ALLUME

Ode

Soffici Dischi/Audioglobe

Release Date: 07 giugno 2019

 

 

Gli Allume nascono agli inizi del 2017 dall’evoluzione di un progetto musicale già esistente, il duo blues rock Samcro che aveva pubblicato per Soffici Dischi già due album. La collaborazione tra Mario Caruso, Nicola Mancini e Nicola Cigolini porta alla creazione di “Ode”, acronimo di Orizzonte Degli Eventi, album di debutto con cui vogliono presentare le loro sonorità ed idee innovative che mescolano al post stoner sfumature di alternative rock.

 

In apertura “Monumenti, 1st” è un esplosione di rabbia dal cantato urlato, chitarre potenti e batteria martellante, quasi a sottolineare questa collera; il bridge finale è molto catchy e non fa certo scemare il clima creato. “L’eco Dei Marinai” è forse il brano più particolare perché si allontana leggermente dalle sonorità dominanti dell’intero album. Il tema trattato nel testo, l’abbandono, è molto delicato: “È l’attesa di una persona che non ritornerà e il conseguente malessere di chi vive questa inutile attesa e questa mancanza” affermano gli Allume, come le note promessa da marinai che lasciano in attesa chi aspetta che vengano mantenute. “Stanze” è un brano molto catchy e orecchiabile che tratta dell’incomunicabilità (“Chiuso in un ascensore è come mi sento con te”) tra due persone che spesso fanno sentire oppressi e soffocati, in un misto tra rabbia e desiderio di cambiamento.

 

“Monumenti, 2nd” è il primo street single estratto e la band afferma: “Si tratta della traccia centrale di un trittico di tre brani che sorregge l’intero concept dell’album. L’ignoto, il dubbio, l’attesa: sono queste le materie che formano il buco nero in Ode. Concetti che riassumono il malessere di chi vive assediato dai fantasmi del passato”. In questo pezzo il contrasto tra la violenza e la chitarra quasi funky, affiancati sempre ad un cantato rabbioso sottolineano ancora una volta la versatilità di questa nuova proposta musicale. “Nessun Perdono” abbassa un po’ i toni, l’atmosfera si incupisce, diventa più oscura e lascia ancora una volta spazio al testo dai temi forti, facendo entrare l’ascoltatore in una spirale di emozioni che comprendono il disagio e la sofferenza.

 

“Ode” è un album dai densi significati che mettono a nudo le fragilità umane che tutti sperimentano nel corso della vita e che il cantato in italiano fa risaltare; un album che racchiude in sé le sonorità tipiche dello stoner ma con elementi tratti da svariati altri stili musicali come l’alternative ed anche a tratti il blues e funky.

 

Gli Allume, con questo album di debutto, riescono a ritagliarsi uno spazio nel mondo musicale con una proposta nuova e ben definita che è un’ottima rampa di lancio per il futuro.

 

 

Tracklist:

01. Monumenti, 1st

02. L’eco Dei Marinai

03. Hai Mai (Con Esitazione)

04. Stanze

05. Tra Il Buio E Una Parola

06. Monumenti, 2nd

07. Penelope

08. Ora

09. Nessun Perdono

10. Monumenti, 3rd

 

Line-Up:

Mario Caruso – Vocals, Guitar

Nicola Mancini – Bass, Synth

Nicola Cigolini – Drums

 

Link Utili:

facebook.com/pg/allumeband

instagram.com/allumeband

youtube.com/channel/allume

Facebook Comments