BILLY SHERWOOD

Citizen: In The Next Life

Frontiers Music S.R.L

Release Date: 12 Luglio 2019

 

 

A distanza di quattro anni dal primo, Billy Sherwood torna con un nuovo capitolo che prosegue il concept proposto nell’album “Citizen” (2015). “Citizen: In The Next Life” è un viaggio nel tempo e nello spazio che vede come protagonista un particolare personaggio, The Citizen appunto, che fa vedere il mondo di personaggi reali e di fantasia attraverso i suoi stessi occhi. Per questo nuovo lavoro, Billy Sherwood ha voluto comporre ed ideare tutto da solo creando qualcosa di veramente profondo.

 

“The Partisan” apre l’album, ed è qui che il protagonista inizia il suo viaggio in un bunker a Berlino nei panni di Adolf Hitler negli ultimi giorni della Seconda Guerra Mondiale. Una canzone estremamente catchy in cui si nota subito quanto Billy Sherwood sappia destreggiarsi magistralmente con tutti gli strumenti, anche se la prevalenza del basso si nota. “Monet” è una bellissima ballad in cui il protagonista vede il mondo attraverso gli occhi del noto impressionista, la bellezza di tutte le cose che lo circondano e la vividezza dei colori in un viaggio attraverso le emozioni che sicuramente colpirà gli ascoltatori.

 

In “Skywriter” l’armonia fra gli strumenti che si intrecciano alla particolare voce del cantante fa davvero prendere il volo all’immaginazione, quasi trasformando chi ascolta in quel pilota che, con le sue acrobazie con l’aereo per scrivere frasi d’amore nel cielo, affascina tutti gli spettatori sottostanti. Con “Sailing The Seas” The Citizen si ritrova nei panni del navigatore Cristoforo Colombo, navigando i mari e sperando di trovare il “Nuovo Mondo”. Grazie ai tempi dispari ed alla particolarità di questo brano, che passa dall’essere quasi una ballad a brevi “cavalcate” di chitarra, l’ascoltatore si ritroverà a pensare di essere davvero a bordo di una caravella trasportato da una sorta di corrente che a volte è calma ed a volte turbolenta.

 

L’atmosfera di spionaggio è subito percepibile nel brano “Mata Hari”, un groove che cattura subito l’attenzione in un turbine di note che fa quasi pensare di essere inseguiti e doversi nascondere come le migliori spie, in un’atmosfera di ansia e circospezione. “Hold Quite” è la chiusura di questo viaggio, il pezzo più lungo e cinematico dell’intero album che include una rappresentazione di The Citizen nei panni di Chris Squire, il compianto leader degli YES che ha scelto prima della sua scomparsa proprio Billy Sherwood per sostituirlo. Nel brano è infatti presente un assolo di basso del brano “Amazing Grace” che il bassista Chris Squire era solito eseguire live e che Sherwood ha pensato di inserire in segno di tributo.

 

“Citizen: In The Next Life” è un album ricco di sorprese in cui l’ascoltatore si ritroverà a viaggiare con la fantasia ammirando la bellezza dell’arte insieme a Monet, affiancando poi un pilota sul suo aereo mentre scrive frasi nel cielo, per poi trovarsi a bordo di una delle navi di Colombo alla ricerca di terre inesplorate ed arrivare poi a chiedersi “Cosa succederà ancora? Dove verrò trasportato ora?”. Come dice lo stesso Billy Sherwood nell’ultimo brano: “The future will be there, waiting for us”, e questo album contiene tutta la gamma di emozioni e sensazioni che si possano provare in un viaggio attraverso i secoli che affascinerà tutti gli ascoltatori dall’inizio alla fine arrivando dritto al cuore.

 

 

Tracklist:

01. The Partisan

02. Sophia

03. Monet

04. Skywriter

05. We Shall Ride Again

06. Via Hawking

07. By Design

08. Sailing The Seas

09. Mata Hari

10. Hold Quite

 

 

Line-Up:

Billy Sherwood – Lead and Backing Vocals, Guitars, Bass and Drums

 

Link Utili:

www.facebook.com/BillySherwoodMusic

Facebook Comments