Torna in Italia HAMISH ANDERSON, talentuoso giovane chitarrista, cantautore e cantante rock blues australiano, con il nuovo album “Out Of My Head” per due unici appuntamenti: giovedì 24 ottobre allo Stones Cafè di Vignola (MO) e venerdì 25 ottobre al Bar The Brothers di Grezzana (VR). I concerti sono ad ingresso gratuito. 

 

Nominato come uno dei Total Guitar’s: Top 10 Best New Guitarists nel 2018 e conquistata già due anni prima la Top Ten Best New Artist di Yahoo! Music, l’artista australiano è uscito lo scorso maggio con il nuovo album “Out of My Head”.

 

Nel 2016 Hamish pubblica l’album di debutto “Trouble”, acclamato dalla critica, è stato prodotto dal vincitore del Grammy Jim ScottLa title track appare ancora sulla playlist ufficiale di Spotify Blues & Roots Rock da aprile 2016.

Supporta l’album con 11 spettacoli a SXSW nel 2017, è stato l’ultimo artista in assoluto ad aver aperto per il suo eroe B.B. King, è stato inoltre opening act anche per Vintage Trouble, Drive By Truckers, Jared & The Mill, Low Cut Connie e in Australia per il tour di Gary Clark Jr, il quale ha annunciato a Revolt.tv che il giovane è da tenere sott’occhio.

 

Gira gli Stati Uniti partecipando a festival come BottleRock, Firefly, Echo Park Rising, Mountain Jam, High Sierra, Big Blues Bender, Summerfest, Telluride Blues & Brews Festival e il Canada RBC Bluesfest Ottawa. È un artista di Feed the Beat di Taco Bell ed è apparso su Morning Becomes Eclectic di KCRW con la traccia U, che è stata inserita anche nella Heavy Rotation di NPR Music assieme all’intero album Trouble.

 

In estate 2018 esce “No Good”, il primo singolo del nuovo album Out Of My Head presentato in anteprima su Billboard, inserito nel Best of the Week di Apple Music Japan al momento del lancio e ancora attualmente inserito nella playlist ufficiale di Spotify Nu-Blue.

 

Va in tour in Europa, si esibisce al BottleRock Napa e gira la East Coast. Conclude poi il 2018 aprendo per Doyle Bramhall II in uno spettacolo tutto esaurito a Los Angeles.

 

Mentre Breaking Down e No Good sono superbi esempi di rollicking rock, rappresentano in realtà solo uno dei molti generi in cui Anderson si immerge con il nuovo album. Americana, soul, pop, radici, blues, rock; è davvero tanto il terreno da percorrere, ma Hamish lo fa con una naturale facilità che va ben oltre la sua giovane età. Le tracce tranquille (What You Do To Me, Damaged Goods) e le ottimistiche (No Good, You Give Me Something) in questo disco siedono comodamente una accanto all’altra; il tutto è sostenuto da un intelligente talento per il songwriting, guidato da una chiara e ardente passione che guida la musica dalla prima all’ultima nota.

 

HAMISH ANDERSON
Out Of My Head Tour
Giovedì 24 ottobre – Stones Cafè – Vignola (MO)
Venerdì 25 ottobre 
– Bar The Brothers – Grezzana (VR)

 

Facebook Comments