KXM

Circle Of Dools

Frontiers Music srl

Release date: 13 Settembre 2019

 

 

Terzo album per i KXM, che danno seguito all’omonimo cd del 2014 e a “Scatterbrain” del 2017. Per i meno informati questa superband mette insieme personalità del calibro di dUg Pinnick dei King’s X, l’asso delle sei corde George Lynch e il batterista dei Korn, al secolo Ray Luzier. L’unione di questi tre grandi musicisti, ognuno proveniente da un background musicale diverso, va a creare un lavoro articolato e difficilmente catalogabile nello scenario odierno.

 

L’inventiva e la ricerca di sonorità differenti dai soliti canoni sono uno dei punti chiave di questo “Circle Of Dolls” (primo album inciso per la Frontiers Music) ed in effetti non avrebbe avuto senso ricalcare cose già fatte in passato da questi tre splendidi artisti. La linea stilistica lega in modo indissolubile questi tre lavori e sicuramente un maggiore affiatamento nel corso degli anni, ha fatto sì che quest’ultimo si rivelasse nettamente superiore ai suoi predecessori.

 

Già con il violento attacco di “War Of Worlds”, in puro stile hard & Heavy U.S.A., vengono gettate le basi di questo lavoro. Le contaminazioni moderne del drumming di Luzier, unite alle melodie vocali di Pinnick e i riff taglienti di Lynch, vanno ad incastrarsi in maniera perfetta. Le varie “Mind Swamp” (dal riffing devastante), “Shadow Lover” e “Wide Awake”, pur essendo abbastanza diverse, contengono un filo comune che lega ritmi ipnotici, cambi di tempo e refrain a tratti debordanti.

 

Se da un lato si può lodare la ricerca tecnica nel tentativo di creare qualcosa di originale (vedi “Lighting” con la sua linea melodica lenta e sincopata che sembra trarre ispirazione da un blues trasposto in chiave attuale), dall’altro in molti altri pezzi questo tentativo risulta forzato. Questa è forse la più grossa pecca di “Circle Of Dolls”, quella di avere sfoggi di tecnica strepitosi, ma di contenere poche canzoni (nel senso puro del termine). Comunque “Time Flies” (dotata di melodie di prima scelta e cori ad ampio respiro), “Big As The Sun” (con la sua velata vena funky), l’hard & blues di “Vessel Of Destruction” e la psichedelia (alla Pink Floyd) di “The Border” rappresentano probabilmente i picchi della loro ispirazione.

 

“Circle Of Dolls” (come la title track) sviluppa in maniera importante il sound dei KXM, portandolo ad un livello superiore alle due precedenti uscite. Di sicuro non è il classico album easy listening e non pretende nemmeno di esserlo. Bisogna comunque stimare la propensione della band a creare un suono personale e la loro intenzione di uscire dagli schemi. Il risultato è centrato a fasi alterne, ma rappresenta un passo in avanti che fa ben sperare per il loro futuro.

 

 

Track List

01 War Of Worlds

02 Mind Swamp

03 Circle Of Dools

04 Lighting

05 Time Flies

06 Twice

07 Big As The Sun

08 Vessel Of Destruction

09 A Day without Me

10 Wide Awake

11 Shadow Lover

12 Cold Sweats

13 The Border

 

Line up:

dUg Pinnick – vocals / bass

Ray Luzier – Drums

George Lynch – Guitar

 

Link

facebook.com/KXMofficial

Facebook Comments
3.5