Sta per chiudere definitvamente i battenti il Rockfabrik Ludwigsburg, o chiamato RoFa dai tedeschi, la sala concerti e discoteca rock di Ludwigsburg vicino Stoccarda, fondata nel 1983 e famosissima per i numerosi eventi musicali, sia nazionali che internazionali: noto ai più per essere da anni la sede dell’H.E.A.T. Festival, una delle più importanti culle dell‘AOR, che quest’anno festeggia il 10° anniversario, il locale storico è ormai la mecca internazionale di qualsiasi genere musicale, dal rock al metal, allo stoner, al thrash, ecc., e ha visto calcare le scene da parte delle stelle più luminose del firmamento musicale in questi ultimi 36 anni dalla fondazione. Metallica, Iron Maiden, Manowar, Nazareth, Mötley Crüe, Scorpions, Accept, Queen, Wishbone Ash, Doro, Helloween, Testament, Anthrax, Metal Church, Running Wild, Sinner, Hammerfall, InExtremo, Subway to Sally, Hypocrisy… Queste le band presenti, solo per citarne alcune, tra cui anche i „nostri“ Hardline e Hungryheart.

 

La decisione di chiudere il RoFa è stata presa dall’impreditore Max Maier, in possesso dell’immobile e affittuario dell’organizzazione del RoFa; decisione che vedrebbe, senza possibilità di trattativa, l’annullamento del contratto d’affitto, la chiusura definitva il 31 dicembre prossimo e la demolizione della struttura e l’affitto dell’area a grosse case automobilistiche, come Bosch, Porsche, Daimler, o addirittura la costruzione di una zona abitativa, a partire dal 2020.

 

Non solo per moltissimi abitanti della regione del Baden-Württemberg, ma anche e soprattutto per le migliaia di artisti tedeschi ed internazionali che hanno bazzicato da quelle parti per oltre trent’anni e che hanno lasciato un pezzo di cuore nel locale storico, il RoFa ha rappresentato e rappresenta tuttora uno scorcio della vita musicale degli appassionati d musica, ed ora sta per esserne cancellato e raso al suolo il ricordo, oltre che le mura fisiche della struttura.

 

Ed è per questo motivo che la crew del Rockfabrik, capitanata da Wolfgang “Hasche” Hagemann, ha indetto una petizione a cui siamo invitati a partecipare tutti noi fan:openpetition.de/petition/online, con la quale son già state raccolte quasi 32.000 firme nel giro di poco tempo.

 

Vogliamo anche sottolineare la forte partecipazione e l’incitamento di artisti di gran calibro, a cui sta molto a cuore la sorte del locale. Qui nei link seguenti, abbiamo raccolto le testimonianze di band famose, quali i Saxon (Clicca qui ) i Lordi (Clicca qui)  la metal queen Doro Pesch (Clicca qui),gli Axxis (Clicca qui).

 

Anche gli Scorpions hanno citato questa sala concerti da 2000 persone davanti al loro pubblico di 13-15.000 fan, incitandoli a prendere posizione per salvarla, o gli stessi Metallica che nei concerti negli stadi in Germania hanno mostrato il logo del RoFa come supporto morale.

 

Ma come se non bastasse, un’altra azione decisiva per evitare la demolizione del RoFa o, per lo meno, per permettere la ricerca di una nuova area dove poter trasferire il locale cult, è stata la recente manifestazione in strada del 21 settembre scorso, che ha visto la presenza massiccia di 3.000 persone partire dal Rathausplatz, la piazza del Municipio di Ludwigsbug, fino ad arrivare alle porte del Rockfabrick, di cui mostriamo  le foto di alcuni partecipanti alla manifestazione.

 

Noi della Redazione Rock Rebel Magazine vogliamo incrociare le nostre dita, sperando che tutte queste imprese positive a favore del Rockfabrik portino presto buoni frutti, tali da mantenere in vita l’area concerti e discoteche per altri 36 anni!

 

Intanto non ci resta che goderci l’ultimissimo appuntamento importante che rimane, l‘H.E.A.T FESTIVAL dal 30 novembre all’ 1 dicembre 2019, che non è solo un festival, bensì una riunione di famiglia di tutti gli appassionati di musica hard rock.

 

 

Rockfabrik Ludwigsburg

Grönerstraße 25

71636 Ludwigsburg rockfabrik-ludwigsburg.de

 

H.E.A.T FESTIVAL www.heat-festival.eu

Facebook Comments