PHIL CAMPBELL

Old Lions Still Roar

Nuclear Blast

Release date: 25 ottobre 2019

 

 

Alice Cooper, Rob Halford, Dee Snider, Mick Mars, Matt Sorum, Joe Satriani… no, non è il bill di un rock fest, sono solo alcuni dei big che hanno partecipato alla realizzazione del nuovo album di Phil Campbell “Old Lions Still Roar”. Dopo il successo a nome “Phil Campbell & The Bastard Sons” (con l’EP omonimo e con “The Age Of Absurdity”), lo storico chitarrista dei Motörhead pubblica infatti il suo primo disco solista.

 

L’album si apre con “Rocking Chair”, interpretata da Leon Stanford (The People The Poet). Brano dal sapore sorprendentemente blues con un pizzico di country, che sicuramente poco ha a che vedere con lo smalto e la grinta dei Motörhead. Questo potrebbe tradire le speranze sul prodotto, ma proseguendo invece nell’ascolto è chiaro che non è così: i vecchi leoni ruggiscono ancora. E lo spiega bene Rob Halford (Judas Priest) in “Straight Up”, un pezzo grezzo e crudo old school perfettamente in linea con lo spirito heavy dei tempi d’oro (lyric video).

 

“Faith In Fire”, con Ben Ward (Orange Goblin) alla voce, fa da trampolino ad una cavalcata in crescendo che sfocia d’impeto nel brano successivo “Swing It” magnificamente interpretata da Alice Cooper (lyric video). Arrogante e sfacciata al punto giusto, la canzone porta la rotta dell’album ad un apice ritmico che viene però improvvisamente interrotto da “Left For Dead”, intermezzo malinconico e decadente che vede protagonista la voce di Nev MacDonald (Skin).

 

Ma non c’è il tempo di adagiarsi a ritmi più morbidi, perché torna prepotente il bisogno di hard rock con “Walk The Talk”, insieme a Danko Jones e Nick Oliveri (Queens Of The Stone Age), e con “These Old Boots”. Ed è qui che si arriva al nocciolo della questione: il brano è stato realizzato da Campbell insieme a Dee Snider (Twisted Sister), Mick Mars, (Mötley Crüe) e Chris Fehn (Slipknot) ed è il primo singolo estratto dall’album, accompagnato dall’uscita del videoclip . Non manca nulla: chitarre rombanti, batteria incalzante, cowbell anni ’80 e sound cucito su misura per la voce di Snider. Come per gli altri brani, del resto. Sì perché Campbell tiene a precisare che ogni singola canzone del disco è stata pensata appositamente per essere proposta agli artisti che l’hanno poi interpretata. Un tocco di classe che non fa altro che conferire prestigio al suo lavoro.

 

Le sfumature grunge/punk di “Dancing Dogs” con Whitfield Crane (Ugly Kid Joe) portano infine ad una conclusione piacevolmente soft, data dalla combo di due brani realmente degni di nota. Si tratta di “Dead Roses”, delicata ballad in cui lo stesso Campbell accompagna al piano la voce di Benji Webbe, e dell’introspettiva “Tears From A Glass Eye”, brano strumentale in cui le corde di Campbell duettano con quelle di Satriani.

 

Pur essendo estremamente ed indubbiamente orgoglioso della sua lunga carriera con i Motörhead, Phil Campbell aveva in mente già da moltissimo tempo di realizzare qualcosa che fosse “suo” e che gli consentisse di esprimersi in prima persona. Tutto ciò con l’incoraggiamento di Lemmy stesso! Ed il prodotto finale ha superato ogni aspettativa.

 

Una leggenda del rock scrive una nuova pagina. E lo fa ruggendo forte.

 

 

Tracklist:

1. Rocking Chair (feat. Leon Stanford) 04:24

2. Straight Up (feat. Rob Halford) 04:27

3. Faith In Fire (feat. Ben Ward) 03:53

4. Swing It (feat. Alice Cooper) 03:51

5. Left For Dead (feat. Nev MacDonald) 05:22

6. Walk The Talk (feat. Danko Jones & Nick Oliveri) 03:56

7. These Old Boots (feat. Dee Snider) 05:04

8. Dancing Dogs (Love Survives) (feat. Whitfield Crane) 03:25

9. Dead Roses (feat. Benji Webbe) 04:00

10. Tears From A Glass Eye (feat. Joe Satriani) 02:41

 

 

 

Line up:

Guitars: Phil Campbell, Todd Campbell, Tyla Campbell, Mick Mars, Joe Satriani

Bass: Tyla Campbell, Will Davies, Tim Atkinson, Chuck Garric, Mark King, Nick Oliveri

Drums: Dane Campbell, Robin Griffith, Ray Luzier, Chris Fehn, Matt Sorum

Keyboard: Danny Owen

Vocals Leon Stanford, Rob Halford, Ben Ward, Alice Cooper, Nev MacDonald, Danko Jones, Dee Snider, Whitfield Crane, Benji Webbe

 

 

Link utili:

WebsiteFacebook InstagramTwitter

Facebook Comments
4