Rock’n’roll fatto in casa nell’era del riscaldamento globale, canzoni pensate in giro tra le vie trafficate della città, durante i viaggi in treno o su spiagge isolate: ecco La Superluna di Drone Kong, brani ambientati intorno al 2040, in un futuro di umani che parlano solo per acronimi, zombi che camminano guardando il cellulare e astronavi cariche di terrestri che partono per Marte in fuga da un pianeta ormai inabitabile.

 

Parlano dello spazio interiore e di quello cosmico.

Guardando quello che rimane della Terra da lontano, subentra la nostalgia dei concerti all’aperto, le birrette e il mare del 2020, quando un altro futuro era ancora possibile.

 

 

Ecco le prossime date di LA SUPERLUNA DI DRONE KONG
16 novembre_ PADOVA_INDIE PRIDE- HALL
7 dicembre_ ROMA_ WEGIL_BPMEXPERIMENTA
13 dicembre_ MILANO_ LINOLEUM ROCKET

 

Ognuna delle sette canzoni ha una copertina, cosí come la cover dell’album, disegnata da altrettanti giovani illustratori provenienti dal mondo del fumetto indipendente.

 

Questi i brani del disco.
 Bicicletta intergalattica _dal mood surf-garage rock tra California e Messico ma pensata nella Torino deserta di ferragosto)

 I concerti _un indie rock romantico e da viaggio ispirata dal Miami Festival di Milano)

– Acronimi _skate-punk con un testo composto al 99% da acronimi)

– Futuro ascetico _canzone sul lato b dell’estate, spleen solitario e introspettivo. Qui non ci sono cocktail e reggaeton ma fughe dalla città verso spiagge isolate per cercare di rimettere a posto il subbuglio emotivo, semplicemente guardando il mare.

Drugs Rock’n’roll & sex_ blues futuristico sulle peripezie quotidiane di un aspirante rockstar. Una vita lontana dalla famosa trinità, cercando di ballare via la malinconia e salire sull’onda giusta.

Acidalia_2040, le prime astronavi giungono su Marte in fuga dalla Terra ormai inabitabile. Un ragazzo si stacca dal convoglio e si mette in marcia verso le valli rosse di Acidalia seguendo il richiamo di Drone Kong e cercando l’inizio di una nuova vita.  Desert-blues Marziano.

Quando arriva la notte_ Rock’n’roll onirico che racconta di ore solitarie nel cuore della notte e di quella fase tra la veglia e il sonno in cui si possono fare incontri interessanti. A volte con i propri fantasmi, a volte con i nostri desideri piú profondi.

 

 

instagram.com/fabrizionikkilavoro

 

 

Info delle date BPM Concerti 

Facebook Comments