Online il video di “Astronomer of Life”, il nuovo singolo dei Belladonna tratto dall’album “No Star Is Ever Too Far” uscito a inizio anno (recensione qui). Il video unisce le melodie della ballad con il grande cinema di Andrej Tarkovskij: le immagini infatti sono tratte dalla celeberrima ed enigmatica scena finale del film Stalker, realizzando così una sintesi fra arti diverse che crea nuove domande sul significato della scena. L’album del resto ha raccolto parecchio entusiasmo nello stesso mondo cinematografico: tre delle canzoni sono state usate nelle colonne sonore di Fahrenheit 11/9 di Michael Moore, di Ricordati di me di Gabriele Muccino e in Mia cugina Rachel, dopo che già in passato i brani dei Belladonna erano stati usati nei trailer di Black Panther, Minions, La torre nera e numerosi altri film hollywoodiani.

 

Una delle scene più misteriose della cinematografia mondiale e il nuovo singolo della band che da Roma ha conquistato Hollywood (due loro brani sono stati usati nei film di Michael Moore, e la loro musica è presente in trailer internazionali tra cui Minions, Godless, Black Panther, Split, Fantastic 4 e La Torre Nera di Stephen King). La celeberrima scena finale di Stalker, capolavoro del regista russo Andrej Tarkovskij, assume qui un’interpretazione tutta nuova e tutta da scoprire, vedendo espandersi il proprio ventaglio di significati in una sintesi audiovisiva che gioca con l’ambiguità e apre una serie di domande a cui lo spettatore è invitato a fornire la propria personale risposta.

 

“Stavamo riflettendo sulle idee per il video quando all’improvviso ci è venuta in mente l’iconica e indimenticabile scena finale di Stalker. Abbiamo provato a sonorizzarla con il nostro brano e siamo rimasti stupefatti scoprendo che non solo avevano la stessa durata, ma alcuni momenti visivi e musicali erano incredibilmente sincronizzati.” Luana Caraffa

 

“L’effetto è stato surreale, magico, e ci ha emozionati enormemente. All’istante abbiamo capito che il video non poteva essere che quello, e ottenuti tutti i necessari permessi, abbiamo deciso di pubblicarlo, sperando di donare a tutti quelli che lo vedranno la stessa emozione che abbiamo vissuto noi.” – Dani Macchi

Attivi dal 2005, i Belladonna sono ormai un nome affermato nel panorama musicale internazionale. La loro musica ha incontrato ampi consensi non solo di pubblico, ma anche dalle più disparate sfere del mondo artistico. Le loro canzoni infatti sono state usate come colonna sonora da Michael Moore (Damn Your Love e Black Beauty in Fahrenheit 11/9), Gabriele Muccino (The Turing Sniper in Ricordati di me) e addirittura dal film dei Minions (con il brano The God Below) per lo spot TV; Vince Neil dei Motley Crue li cita nella sua autobiografia Tattoos & Tequila; Sylvia Massy (Tool, System of a Down) e Mike Tacci (Metallica) li chiamano a registrare i dischi presso i propri studios; e ancora, la band vince un Clio Award nel 2015 ed è nominata in due ballot dei Grammy. Senza contare tour e concerti con Korn, Nine Inch Nails, Staind, Duff McKagan e Scars on Broadway. No Star Is Ever Too Far, il sesto album dei Belladonna, è uscito a gennaio 2019, e contiene il singolo Astronomer of Life.

 

www.facebook.com/belladonnaband

twitter.com/belladonnaband

www.belladonna.tv

Facebook Comments