Le fredde dita di “The Ghost Of Orion” si allungano verso il mondo, avvolgendolo in disperata miseria, pesanti melodie e tristezza senza speranza: i MY DYING BRIDE pubblicheranno il loro nuovo album il 6 marzo su Nuclear Blast.
 
Oggi i re britannici del doom death metal svelano il lyric video del singolo “Tired Of Tears”.

 

Il brano ha un significato speciale per il frontman Aaron Stainthorpe, che spiega:
La canzone tocca il periodo più terrificante, stressante e straziante di tutta la mia vita: la quasi morte della mia unica figlia. Sono già stato giù in passato, ma non sono mai stato male così. Era oscurità vera e non ero sicuro che la mia mente potesse affrontarla. Il mio intero mondo sembrava che stesse per implodere, ma ero determinato a combattere fino in fondo. Stanco delle lacrime era esattamente come mi sentivo. Erano fluite liberamente da me per mesi ed ero l’ombra del mio vecchio me stesso. È triste che questo continuerà ad accadere a molti altri. Persone innocenti… così stanche delle lacrime“.

 

I pre-ordini di “The Ghost Of Orion” in CD, 2LP nero, bianco, rosso e picture disc sono disponibili qui

Il nuovo disco dei MY DYING BRIDE è il prodotto di una band vivacemente creativa, più che mai desiderosa di consolidare i successi del passato.

 

Il cantante Aaron Stainthorpe dichiara a proposito di “The Ghost Of Orion”: “Un nuovo album per una nuova era dei MY DYING BRIDE con volti nuovi e uno stile più accessibile, se confrontato con alcune uscite passate, altamente tecniche. ‘The Ghost of Orion’ contiene composizioni non solo di epiche proporzioni, ma anche di intrinseca qualità; dalle voci death metal alle grida dolorose di un cantante bramoso, il disco è un saliscendi emotivo, proprio come il bellissimo paesaggio dello Yorkshire dove è stato registrato. Con strati su strati di chitarre, sia pesanti che armoniche, Andrew Craighan ha creato un ricco paesaggio sonoro che è magnificamente epico, arricchito dai violini e dalle tastiere di Shaun MacGowan, assieme all’infausto mormorio del violoncello dell’acclamata violoncellista Jo Quail. Quanto agli ospiti speciali, la meravigliosa voce di Lindy-Fay Hella (WARDRUNA) aggiunge una bellezza eterea al disco. Grazie al suo particolare stile di batteria, Jeff Singer ha elevato la sezione ritmica della band ad un altro livello, aiutato dall’elegante Lena Abé al basso. Dal canto mio ho cercato di offrire un’esibizione avvincente e spesso inquietante con il mio particolare stile vocale, che offre elogi sinceri insieme al massacro viscerale di un’anima sofferente, con testi poetici di una qualità che non si trova spesso in questo genere. Questa raccolta di canzoni è la più brillante di sempre e perfeziona trent’anni di esperienza attraverso un lavoro ben realizzato come ‘The Ghost of Orion’“.

 

 

I tre decenni dei tormentati My Dying Bride sono quasi terminati alcuni anni fa. Dopo l’album “Feel the Misery” del 2015, incensato universalmente, alla figlia del cantante Aaron Stainthorpe, che all’epoca aveva solo cinque anni, è stato diagnosticato un cancro. Scioccato e con il cuore spezzato, Stainthorpe sospese tutte le attività della band mentre egli, la sua famiglia e i My Dying Bride stessi misero tutte le loro energie per sradicare quello che Stainthorpe chiamava “la più crudele delle creazioni tristi e senza amore di Dio”. Tuttavia, questi difficili ostacoli non si sono limitati al cancro. Nel 2018, il membro originario e chitarrista Calvin Robertshaw ha lasciato la band, con effetto immediato, senza alcuna spiegazione. In seguito, proprio quando i My Dying Bride si erano riuniti dopo la notizia positiva che la bambina era effettivamente guarita dal cancro, il batterista Shaun Taylor-Steels se ne è andato, poco prima che la band entrasse nello studio di Mark Mynett, Mynetaur Productions. Senza due membri, ma sentendosi come nuovi, i My Dying Bride sono andati avanti, hanno combattuto la depressione, registrando un magnifico nuovo album, “The Ghost of Orion” e facendo piangere di gioia i fan di tutto il mondo.

 

 
www.mydyingbride.net
www.facebook.com/MyDyingBrideOfficial/
www.instagram.com/mydyingbride_official
www.nuclearblast.de/mydyingbride 

Facebook Comments