VLAD IN TEARS

Dead Stories Of Forsaken Lovers

Echozone

Release Date: 14 febbraio 2020

 

 

I Vlad In Tears tornano, dopo il discreto successo del predecessore ‘Souls On Sale’ (2017), a far parlare di sé con un nuovo album nel pieno stile della band ma più maturo. “Dead Stories Of Forsaken Lovers”, ottavo lavoro in studio, consiste in dieci tracce più sette bonus track acustiche nella versione digipack.

 

L’album si apre con “We Die Together” un brano carico di adrenalina e oscuro allo stesso tempo, davvero un ottimo inizio. Lo stile alla The 69 Eyes si percepisce nel gothic/dark rock del pezzo e nella voce cupa del frontman Kris che del brano dice: “L’idea dietro questa canzone è semplice: due amanti che sembrano avere delle difficoltà nello stare insieme, forse perché uno dei due è maledetto in qualche modo. Essi sono così follemente innamorati che non riescono a stare separati, e anche se questo amore o ossessione sembra impossibile, essi sarebbero disposti a lasciare che la morte li unisca per sempre”.

 

“Born Again”, primo singolo estratto per la presentazione dell’album, vanta la partecipazione di Alexander “Lex” Wohnhaas dei Megaherz, band alternative metal tedesca cui sono legati da una forte e profonda amicizia e stima e con il cui frontman hanno deciso di omaggiare e ringraziare la loro “casa adottiva”, appunto la Germania. Il brano, che parla di rinascita, è molto catchy e presenta un ritmo incalzante che lo rende quasi ipnotico ed ossessivo senza però risultare mai noioso. “Dead”, secondo singolo estratto, è una canzone che parla della fine di un amore, e si sa che quando un amore finisce un pezzo del cuore di chi si lascia rimane all’altro e viceversa e non si è più gli stessi. Il brano è un concentrato di tutto questo: rabbia, dolore, sofferenza, tristezza, sollievo in un’altalena di emozioni contrastanti che certo colpiranno gli ascoltatori. “Sleep Love Sleep” è un brano a cura di Stefano Maccarelli, compositore di musiche per film e serie televisive. Le parti lente si alternano a parti ricche di orchestrazioni quasi cinematiche rendendo questo pezzo estremamente toccante e di una bellezza pura e dolce, davvero una piccola perla che lascia dietro di sé una velata malinconia.

 

In “Tears Won’t Fall” troviamo influenze ancora diverse, un brano in puro stile hard rock ma dai toni moderni in cui il frontman Kris dimostra la sua notevole escursione vocale passando da un tono cupo e basso, quasi sussurrato nella strofa per poi aumentare la sua potenza vocale nel ritornello. Si passa poi a “Man In The Box”, prima delle tracce contenute nella versione digipack dell’album, una personale interpretazione voce e pianoforte del brano degli Alice In Chains, in una visione sicuramente più struggente, rabbiosa e angosciante. Le altre sei bonus track sono versioni acustiche di alcuni dei brani contenuti in svariati album della band dalle origini ad oggi, che fanno capire quanto questi pezzi possano resistere nel tempo.

 

I Vlad In Tears con “Dead Stories Of Forsaken Lovers” dimostrano la loro maturazione musicale e rivelano quanto sia semplice sfruttare al meglio ogni singola influenza che caratterizza il loro sound. Un hard rock dalle atmosfere cupe e gotiche, ricco di potenza ma al contempo di dolcezza e pacatezza, carico di emozioni di ogni genere date anche dai testi profondi ed introspettivi in cui molti si possono quasi rispecchiare. Un album che non mancherà di sorprendere ad ogni ascolto per le sue mille sfaccettature.

 

 

Tracklist:

01. We Die Together

02. Tonite

03. Born Again

04. Every Day It’s Gonna Rain

05. Dead

06. Sleep Love Sleep

07. Felt No Pain

08. Heavy Rain

09. Broken Dreams

10. Tears Won’t Fall

11. Man In The Box (Acoustic Version)

12. Days Gone (Acoustic Version)

13. How Do You Know (Acoustic Version)

14. Pretending (Acoustic Version)

15. Still Here (Acoustic Version)

16. You’ll Come Back To Me (Acoustic Version)

17. Entrapped Soul (Acoustic Version)

 

 

Line-Up:

Kris Vlad – Vocals

Lex Vlad – Guitar

Dario Vlad – Bass

Xander Vlad – Drums

 

 

Link Utili:

www.vladintears.com

facebook.com/vladintearsofficial

instagram.com/vladintears_official

twitter.com/vit_music

Facebook Comments
4.5