PEARL JAM

Gigaton

Etichetta: Universal Music / Island Records

Data pubblicazione: 27 Marzo 2020

 

 

Che sia provvidenziale o meno non è dato a sapere ma che GIGATON si sposi con la situazione critica del momento e racconti le nostre storie, che sono storie di speranza, di riscatto, di coraggio, quello sì. Dopo quasi sette anni da LIGHTNING BOLT (vincitore di un Grammy) ecco a voi il nuovo undicesimo album in studio dei nostri adorati PEARL JAM, tanto atteso, desiderato e finalmente disponibile a tutti.

 

Prodotto da Josh Evans, anticipato da “Dance of the Clairvoyants”, da “Superblood Wolfmoon” e da “Quick Escape” (i cui video sono disponibili su YouTube) che hanno faticato a piacere forse per via della decisa sperimentazione e di un fantastico ritorno agli anni ’80, GIGATON è l’album del cambiamento, per fortuna aggiungiamo noi, è un disco intelligente, ricco di emozioni e sentimenti contrastanti che presenta tante novità ma dà anche molte conferme.

 

Signori, this is PEARL JAM ! Proprio così, coloro che sin dal primo giorno non hanno mai deluso confermando ancora una volta l’ottima band che sono, accompagnandoci passo dopo passo alla scoperta del loro mondo che non conosce scorciatoie. Per favore, cercate di percepire ogni parte strumentale, coglierete quanta individualità c’è in ogni brano e quante diverse personalità sono lì racchiuse. Dopo di che ascoltate ancora e provate ad individuare la presenza di uno strumento diverso, quindi metteteci la voce imprescindibile di Eddie Vedder ed uniteci i testi, solo così ne converrete la totalità, la collaborazione d’insieme, come fosse linfa vitale per un ineccepibile gioco di squadra. GIGATON è fatto di pezzi veloci e lenti, è un album decisamente lungo ma studiato alla perfezione, è un lavoro riflessivo che non cede a compromessi, che raggiunge il suo apice nel finale, con le tre ultime canzoni devastanti, di cui “River Cross” è da pelle d’oca.

 

Insomma, GIGATON non piacerà a tutti, è un disco controverso, scegliete voi da che parte stare, noi lo amiamo sempre di più, è assolutamente da avere e da vivere, come fosse una boccata di ossigeno per uscire dal buio perenne di questo periodo storico. Il tutto elaborato in the name of love, perché la musica risuonerà sempre più forte della tristezza e della paura.

 

 

Tracklist:

1. Who Ever Said

2. Superblood Wolfmoon

3. Dance of the Clarivoyants

4. Quick Escape

5. Alright

6. Seven O’Clock

7. Never Destination

8. Take The Long Way

9. Buckle Up

10. Come Then Goes

11. Retrograde

12. River Cross

 

 

Line-up:
Eddie Vedder – voce, chitarra
Stone Gossard – chitarra
Mike McCready – chitarra
Jeff Ament – basso
Matt Cameron – batteria

 

Web site:
pearljam.com
facebook.com/Pearljam
twitter.com/pearljam
instagram.com/pearljam
youtube.com/pearljam

Facebook Comments
5