PHIL CAMPBELL AND THE BASTARD SONS

We’re the Bastards

Nuclear Blast

Release Date: 13 novembre 2020

 

 

Ci verrebbe da citare il titolo del film di Quentin Tarantino “Bastardi Senza Gloria”, pensando a Phil Campbell And The Bastard Sons, vista l’uscita del nuovissimo e secondo album in studio “We’re the Bastards” e invece dobbiamo semmai modificarlo in “Bastardi Pieni Di Gloria”, perché il fondatore della band gallese non è altro che il famoso chitarrista dei Motörhead e compagno di merenda di Lemmy Kilmister, e, di riflesso, lo sono pure i tre figli Dane, Todd e Tyla Campbell, insieme al “bastardo adottivo acquisito”, il cantante Neil Starr.

 

Nati all’alba dello scioglimento dei Motörhead, purtroppo a seguito dela morte del compianto Lemmy avvenuta il 28 dicembre 2015, in questi anni dopo il primo album, i Phil Campbell And The Bastard Sons non sono restati fermi a girarsi i pollici per nessun motivo viste le apprarizioni live a festival negli anni passati e ora col nuovo disco, faranno sicuramente parlare di sé per i prossimi mesi!

 

Di certo, proprio in un periodo in cui l’industria discografica ha subito un forte rallentamento e il mondo della musica in generale sta soffrendo in maniera terribile, è stato drammatico da parte di tutti gli artisti dover cancellare tutti gli show pianificati per la promozione degli album in uscita, ma al contempo questa pandemia di Covid-19 ha spinto tantissimi artisti a creare e produrre nuovo materiale, soprattutto dando una nuova speranza ai fan, solidali con ciò che sta succedendo in ogni parte del mondo. Nel caso dei Phil Campbell And The Bastard Sons, si sono battuti, affinché venissero ultimate le registrazioni dell’album, che è stato prodotto da Todd Campbell nel suo studio nel Galles e masterizzato dal chitarrista danese Soren Andersen.

 

Cosa ci si può aspettare da questo nuovo album? Nient’altro che del sano e puro rock’n roll, dell’energia da vendere e del coinvolgimento assicurato fin dalle primissime note del disco. Infatti, già dalla opener e title track “We’re The Bastards”, riceviamo una bella scarica di adrenalina che ci portiamo dietro per tutta la durata dell’album: è il secondo singolo con un video creato con mezzi amatoriali, quasi casalinghi, che però risulta essere ugualmente simpatico e di grande impatto, anche perché la canzone ha una forte carica energetica, un buon senso del ritmo e una certa dinamica. Questa traccia con il ritornello ripetuto spesso rappresenta perfettamente l’essenza della musica della famiglia Campbell e la colonna sonora della sua “filosofia musicale”, cosa che si percepisce persino nella graffiante “Animals” e nella radiofonica “Born To Roam”.

 

“Son Of A Gun” è invece il primo singolo ad essere uscito ed è stato un ottimo biglietto da visita per presentare l’album per gli eccellente riff di chitarra e le ritmiche cadenzatissime, che insieme alle tre canzoni citate in precedenza potrebbero essere riprodotte molto bene in sede live, non appena sarà possibile ripartire con i tour.

 

“Bite My Tongue” uscito da poco col il lyric video, richiama a melodie alla Aerosmith e la blueseggiante “Desert Song” dai toni quasi country, grazie agli inserti di armonica a bocca, riporta ad ambienti lontani dalle sonorità che ben conosciamo qui nel vecchio continente. “Keep Your Jacket On”, “Hate Machine” e “Destroyed” sono belle toste, per i riff “sporchi”e grezzi un po’ alla maniera dei Motörhead, ma risultano sempre molto orecchiabili e accattivanti. Chiude il disco la ballata “Waves” rallentando il passo del disco dopo le ultime canzoni, grazie alla voce sensuale di Neil Starr, generando così nella canzone, e di conseguenza in tutto il disco, belle vibrazioni positive, che saranno percepite sicuramente dagli amanti della buona musica e che saranno sempre utili in momenti come questi in cui, per cause di forza maggiore, la musica dal vivo scarseggia.

 

Anche ai Phil Campbell And The Bastards Sons auguriamo tantissimo successo per questo nuovo “We’re The Bastards” di imminente uscita e una ripresa delle scene musicali al più presto!

 

 

Tracklist:

1. We’re The Bastards

2. Son Of A Gun

3. Promises Are Poison

4. Born To Roam

5. Animals

6. Bite My Tongue

7. Desert Song

8. Keep Your Jacket On

9. Lie To Me

10. Riding Straight To Hell

11. Hate Machine

12. Destroyed

13. Waves

 

Line-up:

Phil Campbell | Guitar

Todd Campbell | Guitar

Tyla Campbell | Bass

Dane Campbell | Drums

Neil Starr | vocals

 

Link Utili:

philcampbell.net
facebook.com/PhilCampbellATBS
twitter.com/pcatbs
twitter.com/MotorheadPhil
instagram.com/phil_campbell_and_the_bs

 

 

 

 

Facebook Comments
4