HATE

Save You

Diamonds Prod.

Release date: 30 Novembre 2020

 

 

A due anni dal loro debut album ritornano sulla scena i genovesi Hate. La band esordì nel pieno degli anni ’80 destando un notevole interesse tra i fan e la critica specializzata. L’apice venne raggiunto quando furono gli headliner ed ad aprire per loro suonarono due band del calibro di Sabotage e Necrodeath. Come ben saprete, all’epoca riuscire ad ottenere un contratto era un traguardo molto difficile da raggiungere per un gruppo italiano e non se ne fece più nulla. Nel 2018 gli Hate coronano il loro sogno con l’uscita di “Useful Junk”, un disco sanguigno che sviscerò in maniera perfetta la loro propensione al suonare puro e incontaminato hard rock vecchia scuola.

 

“Save You” (in uscita tramite Diamonds Prod.) è il loro secondo lavoro e quello che balza subito all’orecchio è la loro svolta su sonorità più mainstream rispetto all’esordio. Questo non è certamente un fattore negativo, in quanto viene enfatizzata la loro abilità di scrivere linee melodiche catchy. Ma, cosa più importante, gli Hate non cadono mai nel banale o nel ripetitivo. In ultimo, l’entrata in formazione di Davide Faccioli alla sei corde, il cui si stile ben si adatta alle composizioni.

 

“Break It” rompe gli indugi con la sua carica hard rock tra i 70’s e gli 80’s. Il pezzo, dotato di un groove mozzafiato, è capace di prenderti fin dal primo ascolto. Non da meno il mid tempo “First Love” che ci riporta al primo cd a livello di sonorità. “Doctor” è il primo singolo ed è un vero e proprio gioiello. Immaginate un ibrido tra Aerosmith e Cinderella (quelli di “Heartbreak Station”) e vi farete un’idea. In realtà si rimane stupiti dal songwriting della band, che pur tributando ai gruppi del passato mantiene sempre la propria integrità stilistica. Si susseguono l’hard & blues di “The Choice” e il lento “Angel On The Run” (intenso, malinconico e profondo nel suo evolversi), si rimane ammaliati dalla pesante e oscura “There’s No Lie” (dal refrain azzeccatissimo), dalla Led Zeppelin oriented “Higher”, da “On Fire” (se lo avessero scritto i Saxon sarebbe stata una hit) e dal pezzone “Hot And Dangerous” ispirato alla migliore tradizione dei Kiss. Poi si palesa “I’ll Be There” ed è puro idillio sonoro. La dolcezza delle linee melodiche e la grande cura negli arrangiamenti fanno di questo pezzo un capolavoro assoluto. La title track chiude poi in maniera encomiabile il cd con i suoi 8 minuti passando dal rock al gospel all’Aor in un caleidoscopio di emozioni.

 

“Save You” è un album stupefacente dove il carisma, il sentimento e la grande ispirazione della band vengono sviscerati in maniera divina. Rispetto al precedente “Useful Junk” gli Hate fanno un enorme passo in avanti e siamo certi che riusciranno a mettere d’accordo i fan e la critica come hanno sempre fatto. Consigliatissimo!

 

 

 

 

éééé 1/2 (Fabrizio Tasso)

 

 

Track List:

01 Break It

02 First Love

03 Doctor

04 The Choice

05 Angel On The Run

06 There’s No Lie

07 Higher

08 On Fire

09 Hot And Dangerous

10 I’ll Be There

11 Save You

 

 

Line Up:

Enzo Vittoria – vocals / bass

Luca Lopez – drums

Davide Faccioli – guitar

 

Special guest:

Michael Dorfman – intro voice track 2

David Caradonna – guitar track 3

Pier Gonella – guitar tracks 3 – 4 – 5 – 10

Jon Morra – brass section / hammond tracks 3 – 7 -11

Ermano Dardanelli – sax track 3

Patrick Lengel – speaker voice track 6

Luca Canepa – guitar track 7

Marcello Monticone – keys track 10

Giorgia Gueglio – vocals track 11

The Sunflower Gospel Choir – vocals track 11

 

 

 

Facebook Comments