MSG

Immortal

Nuclear Blast

Release date: 29 gennaio 2021

 

 

 

“Cinquant’anni di carriera e non sentirli”, nobile traguardo per musicisti senza tempo che hanno nelle proprie corde il dono di sapersi reinventare, e sapersi riproporre attraverso un genere amato da generazioni, e a proposito di corde, ci sono quelle di Mr. Michael Schenker: protagonista veterano di una luminare carriera, che declama celebri band quali Scorpions e UFO, ottimi progetti sia di gruppo, sia da solista, e i due recenti lavori “Resurrection” e “Revelation” firmati Michael Schenker Fest. Per celebrare il 50esimo anniversario di una onorata carriera l’iconico chitarrista ha scelto di rievocare le storiche origini degli MSG, omaggiando un lavoro d’epoca dall’emblematico titolo “Immortal”.

 

Le dieci tracce che percorrono l’album possono vantare non solo il meglio del rock hard & heavy a sfumature melodiche, bensì una line-up di brillante spessore e un eminente parterre di cantanti tra i quali figurano gli amici di vecchia data Gary Barden, Robin McAuley, Doogie White e Joe Lynn Turner, ai quali si aggiungono Ralf Scheepers, Michael Voss e, a magnificare un suggestivo team di voci, il predestinato Ronnie Romero, special guest nel rock vellutato dell’imprescindibile “Sail The Darkness”, meritato singolo impreziosito da un avvincente lyric video, in quello del coinvolgente vigore rudipelliano di “Knight Of The Dead”, e nel rock invitante e toccante di “Come On Over”, che richiama i Gotthard del capolavoro “G” del compianto e indimenticato Steve Lee.

 

Mentre la roboante adrenalina di “Drilled To Kill”, accompagnata da un lyric video ben congegnato, e la ballad “After The Rain”, ricca di variegate atmosfere racchiuse in un video in appropriato stile retrò, completano un tris di singoli convincente, la ruggente e variopinta “Don’t Die On Me Now”, la fragorosa “Devil’s Daughter”, l’anthemica ed esaltante “The Queen Of Thorns And Roses”, il rock-prog dal tocco ruffiano e dal ritmo ottimista di “Sangria Morte”, e la magnum opus “In Search Of Peace Of Mind”, brano risalente al sempre verde “Lonesome Crow” rivitalizzato per l’occasione, rifiniscono un masterpiece assoluto e di pregevole fattura.

 

Se la versione cinematografica di Highlander si potesse adattare a favore del mondo discografico, “Immortal” sarebbe il remake perfetto dove, in tutta la loro maestosa trasparenza, epoca vintage e tempi moderni si uniscono per venerare cinquant’anni di elegante rock in veste hard & heavy e fascino melodico, sontuosamente proposto dal celebrato Michael Schenker; il tutto ambientato in un’oasi a onde sonore per descrivere e raccontare le gesta musicali di un artista a tutto tondo, che del tempo ne ha fatto uno stile di eterna passione e rockeggiante batticuore.

 

 

Tracklist

1. Drilled To Kill (feat. Ralf Scheepers)

2. Don’t Die On Me Now (feat. Joe Lynn Turner)

3. Knight Of The Dead (feat. Ronnie Romero)

4. After The Rain (feat. Michael Voss)

5. Devil’s Daughter (feat. Ralf Scheepers)

6. Sail The Darkness (feat. Ronnie Romero)

7. The Queen Of Thorns And Roses (feat. Michael Voss)

8. Come On Over (feat. Ronnie Romero)

9. Sangria Morte (feat. Joe Lynn Turner)

10. In Search Of Peace Of Mind (feat. Ronnie Romero, Gary Barden, Doogie White, Robin Mc Auley)

 

Line up

Michael Schenker – Guitar

Ralf Scheeper, Joe Lynn Turner, Ronnie Romero, Michael Voss, Gary Barden, Doogie White, Robin McAuley – Vocals

Barry Sparks – Bass

Steve Mann – Keyboards

Bodo Schopf, Simon Phillips, Brian Tichy – Drums

 

 

Link

www.michaelschenkerfest.com

www.michaelschenkerhimself.com

www.facebook.com/MichaelSchenkerRocks

www.nuclearblast.de/michaelschenkerfest

 

Facebook Comments
5