FRANCESCO SETTA

Fenice

Vrec Music Label/Audioglobe

Release Date: 12 Febbraio 2021

 

 

Francesco Setta è un cantautore e musicista che, dopo alcune esperienze nel mondo hip-hop, ha deciso di intraprendere la carriera solista debuttando nel 2019 con il primo EP sotto l’abile giuda di Max Zanotti. “Fenice” è il nuovo esordio, contraddistinto da sonorità di stampo rock americano unite perfettamente ad un rap pungente ed in cui l’evoluzione del progetto iniziale è chiara ed evidente.

 

L’album si apre con una poesia di Benny Lee Cames, molto suggestiva e quasi ipnotica. La misteriosa figura del lupo raccontata dalla calda voce di Francesco Setta, un’ombra solitaria nella notte di cui è padrone, ammalia e seduce l’ascoltatore per poi lasciare spazio al country blues di “Un Collo per una Forca”. Un brano che ricorda a tratti Till It’s Gone di Yelawolf e di cui si riescono a cogliere le mille sfumature ad ogni nuovo ascolto, ricco di citazioni decisamente attuali. Setta dice del brano: “Perché un collo per una forca? Metaforicamente il palco è un vero è proprio patibolo. Il pubblico di un concerto, proprio come quello di un’esecuzione, è lì solo per godersi lo spettacolo. Giudicarti, piangere per te, elevarti a leggenda o trasformarti in un semplice pettegolezzo da bancone del bar. Grideranno tutti il tuo nome, o nessuno lo pronuncerà più”. “Cuore di Seta” è una dolce ballata in cui emerge un lato molto diverso della vocalità del cantautore, un pezzo che è un vero e proprio tuffo al cuore. Un pezzo che potrebbe tranquillamente figurare tra le canzoni d’amore dei più conosciuti cantautori nostrani e che è una piccola perla all’interno dell’album.

 

Di tutt’altro stampo “Skit”, uno spoken-word con una base molto semplice, irriverente e sfacciato nel pieno stile rap statunitense. Sicuramente il brano che più spicca in questo nuovo lavoro, che parla della difficoltà dell’essere un cantante emergente ma al contempo della forza e potenza della passione che fa superare ogni ostacolo a testa alta. “Foxy” ancora una volta cambia il tiro dell’album, un brano energico con chitarre potenti e distorte ed un ritmo incalzante che si discosta molto dai pezzi precedenti e che fa capire la versatilità di questo progetto musicale, sicuramente qualcosa che non ci si aspetta. “Mondi Lontani” è un’onda di emozioni che irrompe nell’anima senza nemmeno chiedere il permesso. La storia di un cantante di strada che non ha nient’altro che la sua musica, i suoi ricordi e qualche straccio per vestito, ma che può volare e sognare grazie alle note ed al sorriso che non gli mancherà mai nonostante tutto. Un testo che racchiude in sé dolcezza e malinconia accompagnato dalla semplicità di una melodia che cresce di intensità fino ad esplodere in un finale quasi cinematico. “Neve” è un pezzo molto intenso in cui anche l’ascoltatore può sentire vivere le emozioni vissute in prima persona da Setta: “Un amore non corrisposto, di quelli che però lasciano bellissimi ricordi con il passare degli anni. Ricordi che affiorano: la neve che lentamente cade, il profumo di rose appena comprate, uno sguardo, un abbraccio, la consapevolezza”. L’outro è una divertente spoken-word che coinvolge e strappa un sorriso già dai primi secondi, un altro ricordo di vita vissuta in cui il cantautore vuole coinvolgere gli ascoltatori.

 

“Fenice” è un album che racchiude in sé una vasta gamma di emozioni, le cui sfaccettature si possono apprezzare in modo sempre diverso ad ogni ascolto. Francesco Setta con il suo progetto riesce ad arrivare dritto al cuore con irriverenza, sincerità ed anche prepotenza, il tutto accompagnato da un sound molto vario e mai monotono. Un album a tratti malinconico e nostalgico, ma anche divertente, pungente ed energico, che non mancherà di sorprendere. Una montagna russa di sensazioni.

 

Tracklist:

01. Intro

02. Un Collo per una Forca

03. Sabato Sera Trash

04. Cuore di Seta

05. Skit

06. Foxy

07. Gioventù Bruciata

08. Amore/Odio

09. Mondi Lontani

10. Fenice (Feat. Smhate)

11. Neve

12. Outro

 

 

Line-Up:

Francesco Setta – Vocals, Backing Vocals

Max Zanotti – Guitars, Synth

Miriam Zanini – Backing Vocals in “Amore/Odio”

Francesco Amico – Guitars in “Amore/Odio” e “Gioventù Bruciata”

 

 

Link Utili:

www.facebook.com/francescosettamusic

www.instagram.com/francescosettamusic

twitter.com/francesco_setta

 

 

Facebook Comments
4.5