CONDIVIDI

Pubblicato il 10 Febbraio 2017

Live Report ERIC MARTIN + MICHELE LUPPI @ Blue Rose Club, Bresso (MI) - 9 Febbraio 2017

Report e foto a cura di Fabrizio Tasso

Gradito ritorno del grandissimo Eric Martin (classe 1960 ma viso da eterno fanciullo), voce dei Mr. Big e ultimamente presente nel progetto Avantasia di Tobias Sammet. Il buon Eric si ripresenta in Italia con il suo set interamente acustico, dove ripropone le hits che lo hanno reso famoso con la sua band madre, affiancate a quelle estratte dalla sua carriera solista. Luogo di questo evento è il Blue Rose Club di Bresso, specializzato nel riproporre concerti di grande spessore artistico. Ad alzare ulteriormente il tasso di coinvolgimento è sicuramente l'avere in apertura lo splendido Michele Luppi, attuale tastierista al soldo di Mr. David Coverdale (nonché cantante apprezzato universalmente grazie ai suoi lavori solisti, ai Vision Divine, ai Secret Sphere e ai Killing Touch).

 

Ad accompagnare Michele (questa sera anche in versione bassista, ma non è una novità per chi lo conosce bene) troviamo la sua storica spalla Michele “Dr Viossy” Vioni alla chitarra, Paolo Caridi (alla batteria), i due coristi della MLB (al secolo Alex Mari e Franky Priests) e la new entry Jonatha Gasparini alla chitarra acustica. Non ci stancheremo mai di declamare l'immensa qualità e l'infinita simpatia che il cantante di Fabbrico riesce a trasmettere nei suoi show e anche questa sera Michele sarà l'assoluto protagonista, incantandoci grazie alla sua inarrivabile voce a ai suoi sketch sempre estremamente divertenti. In più l'assoluta classe dei musicisti che lo accompagnano ha reso questo concerto indimenticabile. La scaletta va a pescare nei suoi album solisti (“Strive” del 2005 e i due Los Angeles) con bellissime versioni di “If You Walk Away”, “I Will Carry You” e “I Must Be Blind” e non dimentica certo i suoi trascorsi con Vision Divine (“Versions Of The Same” e “Heaven Calling”, strepitose) e Secret Sphere (“Lie To Me”). In più la serie di cover proposte (iniziando da “Private Eyes” degli Hall & Oates) infiammano il pubblico del Blue Rose Club e quando viene proposta “Sailing Ships” degli Whitesnake non si può che applaudire a scena aperta. Chiude “Separate Ways” dei Journey un concerto intenso e dall'alto coefficiente qualitativo. Complimenti vivissimi a Michele e ai suoi ragazzi, autori di una prova impeccabile.

 

Michele Luppi Set List

1. Tonight Tonight - 2. If You Walk Away- 3. Version Of The Same - 4. Private Eyes (Hall & Oates)- 5. I Must Be Blind - 6. I Found A Way To Pray - 7. I Will Carry You -8. Heaven Calling -

 

9. Sailing Ships (Whitesnake) - 10. Green Tinted Sixties Mind (Mr. Big)- 11. Lie To Me - 

12. Separate Ways (Journey)

 

 

 

Sono quasi le 23:00 quando Eric Martin prende possesso dello stage regalandoci 90 minuti di puro idillio. La voce è sempre la stessa: pulita, cristallina, calda. La simpatia che riesce a trasmettere il cantante di Long Island, grazie alle sue battute e al suo sguardo sempre alla ricerca di quello dei suoi fans, è qualcosa che esula l'umana comprensione. Potremmo parlarne per ore, ma solo chi è stato presente ad uno dei suoi live può comprenderlo veramente. Insieme ad Eric abbiamo poi un grande chitarrista che risponde al nome di David Cotterill (dal 2007 negli storici Demon) che oltre alla ritmica ci delizierà anche con i suoi virtuosismi durante gli assolo.

Come detto la scaletta è principalmente incentrata sulle produzioni Mr. Big con “Voodoo Kiss”, “A Rose Alone” (splendido lo slide di David) e la bluesy “Dancin' With My Devils”, intervallate da “Wild World”, “Just Take My Heart”, “Goin' Where The Wind Blows” e la meravigliosa “Shine”, dove il pubblico diventa parte integrale dello show cantando e scandendo il ritmo con il battere delle mani. Ancora pure ed incontaminate emozioni con la cover di “Crossroads” e con la celeberrima “To Be With You”, dove Eric è raggiunto sul palco da Michele Luppi creando un duo da sogno. Duo che si ricompone anche nella conclusiva “30 Days In The Hole” che viene trasformata in “Green Tinted Sixties Mind” (in modo da poter permettere a Michele di cantarne la seconda strofa).

 

Quando ci si diverte il tempo scorre troppo velocemente e tutto svanisce in un batter d'occhio, ma sicuramente rimarrà impressa nelle mente di tutti la bellissima serata trascorsa con musicisti di questo calibro. Star che oltre ad aver dimostrato il loro valore sul palco si rivelano anche persone stupende rimanendo a fare foto e autografi fino a che l'ultimo fan non prende la via di casa con un bel sorriso stampato in faccia.

 

Non ci rimane che ringraziare Eric, Michele e tutti gli artisti intervenuti in questa serata speciale, non dimenticando il personale del Blue Rose Club e la Rocker Sound Agency che ha messo ancora a segno un altro grande colpo. Continuate così ragazzi!

 

Eric Martin Set list

1. Daddy, Brother, Lover, Little Boy

2. Voodoo Kiss

3. A Rose Alone

4. Back In Blue

5. Fragile

6. Shine

7. Wild World

8. Just Take My Heart

9. Goin' Where The Wind Blows

10. Water Over The Bridge

11. To Be With You

12. Dancin' With My Devils

13. Crossroads (Cream)

14. 30 Days In The Hole/Green Tinted Sixties Mind