CONDIVIDI

mer

08

feb

2017

Recensione MICHAEL BOLTON - "Songs of Cinema"

MICHAEL BOLTON

Songs of Cinema

Frontiers Music s.r.l.

Release date: 10 Febbraio 2017

 

 

 

Perché si diventa musicisti? Perché si scrive una canzone? Lasciando da parte la teoria alquanto triste che sia per fare soldi o per diventare famosi, cose che la maggior parte di coloro che si addentrano in questo mondo sanno bene essere di difficilissima realizzazione, perché alla fine della fiera non si può tirar fuori il sangue dalle rape, la motivazione è molto più profonda ma estremamente semplice.

 

Ho delle cose da dire, ho sentimenti ed emozioni che voglio esternare, che voglio farvi conoscere, poi potrete condividere con me o ostracizzarmi, non è importante, ma voglio che sentiate ciò che mi porto dentro. Mister Michael Bolton è un portatore sano d’amore. Sette album nei primi dieci posti delle charts americane e due single al primo posto delle suddette pongono questo signore ai primissimi posti delle preferenze della maggior parte degli ascoltatori di musica AOR e non solo, del mondo.

 

 

Torna all’inizio di questo 2017, che si prospetta come uno degli anni migliori per le uscite discografiche, con "Songs of Cinema", un album di cover strafamose di brani che hanno fatto la storia della musica e dei film ai quali sono legati. Dieci canzoni che sono l’ideale colonna sonora di serate improntate al romanticismo, fatto di plaid e sospiri, brividi e baci fugati con la vostra lei o il vostro lui nella vera eccezione dell’amore. Parlare delle singole canzoni risulta superfluo, per non dire inutile. Chi non conosce When a Man Loves a Woman di Percy Sledge, “I will always love you” della compianta Whitney Houston o “Stand by me” di B.E.King, qui rivisitate dalla voce calda e sinuosa del miglior Bolton. Un plauso particolare per la versione sognante di “Somewhere Over the Rainbow” e per “As time goes by” del celeberrimo “Casablanca”, anche in questa versione accompagnata dal pianoforte, anche se non c’è il buon vecchio Sam ad eseguirla.

 

Bolton riesce a toccare le corde più intime del nostro essere, attraverso interpretazioni che vanno a sussurrare direttamente al nostro cuore parole dolci e ispirate. Quindi a questo punto non vi rimane che schiacciare il play del vostro impianto, porvi davanti alla vostra metà della mela e lasciarvi andare, certi che, la musica in sottofondo, contribuirà positivamente alla buona riuscita della vostra serata. Chiudete gli occhi e lasciate fluire le emozioni, al resto penserà la musica. Che altro dire? Love is on the way.

 

 

Recensione a cura di Emiliano Vallarino

 

 

Tracklist:

01. When a man loves a woman

02. Stand by me

03. I’ve got a woman

04. I will always love you (feat. Dolly Parton)

05. Old time rock & Roll

06. I heard it through the grapevine

07. Cupid

08. Somewhere Over the Rainbow

09. As time goes by

10. Jack Sparrow (ballad)

 

Link:

www.michaelbolton.com

www.facebook.com/MBsings

twitter.com/mbsings

www.instagram.com/michaelboltonpics

www.frontiers.it