CONDIVIDI

Live Report TIGER ARMY + EVIL DEVIL+ ANDEAD @ Bloom di Mezzago (MB) - 13 marzo 2017

Torno al Bloom di Mezzago dopo molto tempo, il locale Brianzolo, che ha ospitato nomi illustri ai loro esordi come Green Day e Nirvana, ospita nella serata di lunedì 13 marzo i TIGER ARMY dalla California, da Berkeley, per la precisione. Il Trio unisce le sonorità rock’n’roll con la forza del punk condito da una voce folk e dal timbro inconfondibile. Sono passati ben nove anni da quando li vidi sul palco del defunto Transilvania Live di Milano, in quel caso una regolazione sbagliata dei suoni non li fece apprezzare nel modo corretto, ci riproviamo. Sono in giro a presentare il nuovo lavoro intitolato semplicemente V ( cinque in numeri Romani ) uscito nel 2016.

 

La serata di Lunedì non giova all’affluenza che stenta a decollare, almeno all'inizio. La data vede come supporter due gruppi Italiani che conosco personalmente. I primi a salire sul palco, davanti ad un ristretto numero di presenze, sono gli ANDEAD che stanno per presentare un nuovo album anticipato dal singolo “I See These Bombs” ( cercate il video su YouTube )  dove affrontano il tema della guerra in Siria. La formazione ha subito un cambio alla seconda chitarra, ed era da parecchio che non li vedevo live. Il tempo a disposizione è poco quindi la loro set-list punta ai nuovi pezzi più qualche vecchio brano ed una cover di “R.a.m.o.n.e.s.” dei Motorhead. Il giudizio è positivo - per quello che ho sentito - il nuovo lavoro sarà una piacevole sorpresa o conferma. Purtroppo, dopo sole due canzoni, un salto sbagliato ha provocato una distorsione al ginocchio a Gianluca, chitarra leader della band, nonostante il dolore ha voluto comunque stoicamente finire il concerto; un plauso e gli auguriamo una pronta guarigione.

Punk diretto, grintoso, buona sezione ritmica e chitarre distorte al punto giusto, bravi ( Andrea Rock mi conosce è sa che se non mi fossero piaciuti l’avrei scritto ).

 

A seguire gli EVIL DEVIL che vedo per la prima volta, psychobilly “classico" con contrabbasso “slappato” come dicono gli esperti del genere. Pezzi tiratissimi con chitarra punkeggiante, il meglio lo danno nei pezzi più rock’n’roll, quando la velocità cala la qualità sale. Il genere non ha molte sfumature; la bravura degli Evil Devil è sapere sfruttarle tutte in modo egregio. Altro punto a loro favore: sono simpatici.

 

Eccoci ai TIGER ARMY, il trio è sulla scena da fine millennio, a parte il fondatore ed ormai iper-tatuato, ( N.d.A. invidio il tattoo sul suo collo…) Nick 13, la formazione ha subito diversi cambi e  questo tour vede alla batteria Mike Fasano che aveva già collaborato con la band, e al contrabasso Djordje Stijepovic, musicista molto quotato nell’ambiente (a quanto mi hanno detto i meglio informati ) che ha suonato anche con Lemmy dei Motorhead nel suo side-project “The Head Cat . Il suono più “tranquillo” e la calda voce di Nick portano il gruppo in un limbo di generi che li rende riconoscibili al primo ascolto e anche dal vivo traspare questa identità ben precisa. Fortunatamente il fonico ha fatto un buon lavoro e finalmente mi gusto appieno i loro brani a volte potenti a volte più ritmati sempre con quel gusto “retrò” e melodico anche nei pezzi vicini al punk.

 

Dal vivo sono una precisa macchina di suoni, tutto gira bene, la scaletta riprende il meglio della loro produzione dal primo “Tiger Army” alle nuove canzoni del recente disco. Apprezzo “Forever Fade Away” e “Hechizo de Amor” in lingua spagnola. Nel bis ringraziano i presenti e salutano tutte le subculture presenti dai punk agli psychobilly dai rockabilly agli skinheads a dimostrazione della trasversalità del loro pubblico, saluto che precede l'esecuzione del loro inno, la veloce “Never Die” a conclusione, dopo un oretta abbondate, di una confermata bravura.

 

Peccato per l’affluenza non proprio numerosa ma chi c’era ha decisamente apprezzato il trio. Tanti Amici, bella musica in un locale a cui auguro lunga vita. Grazie per l’accoglienza. 

ANDEAD
ANDEAD
EVIL DEVIL
EVIL DEVIL