CONDIVIDI

lun

23

feb

2015

 

Recensione SMASH INTO PIECES – The Apocalypse DJ

SMASH INTO PIECES

The Apocalypse DJ

Gain Music

Release date: 27 Febbraio 2015



Attesissimo ritorno per gli svedesi Smash Into Pieces che con The Apocalypse DJ confermano l’assoluta valità del progetto già evidenziata dal primo LP Unbreakable. Proprio grazie al primo album si sono guadagnati la possibilità di fare da Opening Act ad Alter Bridge a Stoccolma ed in giro per tutta Europa al fianco degli Amaranthe. Proprio con la Lead Singer Elize Ryd il gruppo ha edito una canzone in featuring che vi lascerà a bocca aperta e nel disco troverete una miscela straordinaria di sonorità Hard Rock, Post-Grunge, Heavy Metal, Modern Metal e Nu Metal. Il risultato è grintoso, intenso e più sperimentale rispetto gli esordi vista l’introduzione di alcuni accorgimenti di pattern digitali azzeccatissimi.



Intro digitale per “Stronger” che in maniera superlativa apre le danze in chiave Modern Metal sottolineando, per chi non ha confidenza con la band, le spiccate qualità canore di Chris Adam, la compattezza delle 6 corde ed il treno ritmico impeccabile. Una parte di merito è da riconoscere anche a Brian Sperber (Alter Bridge, 3 Doors Down) che in fase di mixaggio ha rimarcato quanto di meglio la band sa esprimere. “My Cocaine” è la prima Top Track che vede un Chris Adam in splendido lustro per tener testa nei toni più alti toccati da Elize Ryd: un duetto mozzafiato!! Il primo singolo rilasciato è “Disaster Highway” che sconvolgerà i vostri neuroni per semplicità e potenza dei riff proposti subito seguita dalla Hard Ballad “Checkmate” che vi metterà in “scacco matto” con le sue sonorità avvolgenti e trascinanti. Digital Sounds in apertura di “Don’t Wake Me Up” subito soppiantati dalle chitarre Grunge ed i loro riff alla Tremonti fino a passare alla Mid Tempo “Another Day On The Battlefield”, basata su un cantato abbastanza uniforme ma di impatto. Tipico brano in chiave SIP è “Reaching Out”, dritto, semplice, immediato e di grande effetto, proprio come la seconda Hard Ballad “Color Of Your Eyes”, eccezionale brano. “Bullets” è invece un’altra ottima song, molto in stile Alter Bridge, che mantiene altissima la qualità generale di tutta la tracklist. Se la dose non fosse stata già massiccia l’ennesima mazzata gengivale arriva dalla strepitosa “Burn” che vi passerà sopra come un rullo compressore lasciando poi spazio al riff più “frivolo” e spensierato di “Rock n Roll”, traccia che denota la nuova frontiera della sperimentazione digitale che i 5 ragazzi svedesi stanno intraprendendo e che gli riesce tanto bene.



In questo caso abbiamo la riconferma che il quintetto funziona e lo fa alla grande. Ottima anche la scelta di non rimanere vincolati alle scelte del primo album ma di sperimentare nuove frontiere digitali, seppur ancora in maniera circoscritta e totalmente in linea con il loro stile. Di sicuro The Apocalypse DJ è attualmente uno dei migliori album del nuovo 2015, per contenuti e per come vengono offerti oltre che alle scelta di una tracklist variegata e mai monotona. Si consiglia vivamente l’ascolto, non ve ne pentirete.


Review by Luca MonsterLord



Tracklist

1. Stronger
2. My Cocaine
3. Disaster Highway
4. Checkmate
5. Don’t Wake Me Up
6. Another Day On The Battlefield
7. Reaching Out
8. Color Of Your Eyes
9. Bullets
10. Burn
11. Rock N Roll (The Apocalypse Tribute)


Lineup

Chris Adam Hedman Sörbye – Lead Vocals / Scream

Benjamin Jennebo – Guitar

Per Bergquist – Guitar / Vocals

Isak Snow – Drums

Viktor Vidlund – Bass



Contacts

Official WebSite

Official Facebook Page